25 novembre 2019

Victoria Sponge Cake

Il dolce inglese per eccellenza, la preferita della regina Vittoria (di cui porta il nome) che amava accompagnarla  con una tazza di tè fumante durante il celebre rito del tè inglese delle cinque del pomeriggio. Viene anche chiamata Victoria Sandwich per via della forma che ricorda un po’ un panino farcito con confettura di fragole o lamponi e double cream o panna del Devonshire, che, se non si trovano, si possono sostituire semplicemente con della panna fresca montata. E’ una torta semplice da fare, un impasto che rimane umido e strutturato, perfetto anche senza dover usare la bagna. Ho voluto fare questa torta per concludere il tipico sunday lunch e come torta di compleanno. Ho usato confettura di lamponi e lamponi freschi, per dare un po’ di freschezza e acidità, e ho zuccherato pochissimo la panna da montare. Con le fragole verrebbe molto più dolce. La tradizione vuole che la torta si tagli a metà e si farcisca e si completi la superficie con dello zucchero a velo. Ma nulla vieta di decorare la superficie a piacere o di usare anche della frutta fresca oltre la confettura. Io, non potendo mettere le candeline, ho decorato la superficie con ciuffetti di panna sopra i quali ho sistemato dei lamponi freschi…

Ingredienti
  • 200 gr di farina (io tipo 1)
  • 200 gr di burro (io leggermente salato)
  • 200 gr di zucchero semolato
  • 4 uova
  • essenza di vaniglia, o semi di vaniglia o vaniglia in polvere
  • 4 cucchiai di latte
  • confettura di lamponi
  • 200 ml di panna da montare fresca
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo vanigliato
  • lamponi freschi
  • zucchero a velo vanigliato per decorare
Inizio a preriscaldare il forno in modalità statica a 170°-180° C.
Rivesto una tortiera con i bordi alti da 20/22 cm con la carta forno. Uso un unico stampo, ma si può dividere l’impasto in due tortiere se si preferisce non dover tagliare la torta.
Con la planetaria lavoro il burro morbido con lo zucchero fino a quando il composto non sarà morbido e spumoso. In un’altra ciotola sbattere con gentilezza le uova fino ad ottenerle leggermente spumose, poi le aggiungo al composto burro-zucchero poco per volta. A questo punto unisco all’impasto la farine setacciata con il lievito, il pizzico di sale (se non si usa burro già salato) e l’estratto di vaniglia o la vaniglia in polvere.
Lavoro e amalgamo bene il tutto, a questo punto, per rendere un po’ più fluido, morbido, l’impasto aggiungo uno alla volta i cucchiai di latte, ne metto tanto quanto basta per rendere il composto morbido e un po’ fluido, ma non troppo, l’impasto deve sempre conservare una certa compattezza. Verso l’impasto nella tortiera e inforno per circa 45 minuti (se si dividere l’impasto in due tortiere cuocere le torte per 30 minuti). Siccome non tutti i forni sono uguali, io controllo sempre con uno stecchino la cottura, che deve uscire asciutto.. Quando la torta è pronta, spengo e lascio la torta in forno ancora per una decina di minuti, con lo sportello leggermente aperto, prima di sfornare. Poi tiro fuori la torta, la lascio raffreddare ancora un decina di minuti nello stampo prima di estrarla. Io ho fatto la base un giorno prima, così copro con pellicola la torta e la lascio riposare un giorno, volendo anche in frigo, in questo modo sarà più facile tagliarla.
Divido poi la torta a metà. Monto la panna con un cucchiaio di zucchero a velo vanigliato. Sistemo una metà della torta sul piatto di portata, spalmo una generosa dose di confettura di lamponi, su questa metto la panna montata. Spalmo anche sull’altra metà della torta la confettura e poi, delicatamente l’adagio sullo strato di panna con la confettura all’interno. Non resta che decorare a piacere. Io ho scelto di fare dei ciuffetti di panna su cui adagio dei lamponi e spolvero con zucchero a velo vanigliato. Se non si serve subito consiglio di tenere in frigorifero e tirare fuori a temperatura ambiente una mezz’ora prima di servire.

2 commenti:

  1. Un inno alla golosità ^_^ Mi piace da impazzire!!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Daniela! un sunday lunch non poteva finire diversamente, non sei d'accordo anche tu? :-*

    RispondiElimina