25 giugno 2018

Biancomangiare ... "a lutto o mezzo lutto"


Direttamente dalla cucina di Patrizio Roversi, ospite in veste di chef nella trasmissione "Chef per un giorno", un personaggio affascinante nella sua istrionicità e cultura. Nel suo menu per la sezione dolci presenta due dessert al cucchiaio di origini siciliane, qui ripropongo il biancomangiare, che vanta origini medievali. Dopo l’avvento del cioccolato, in Sicilia è nata la versione “a mezzo lutto”, nome dovuto al contrasto bianco-nero, che volendo può essere ulteriormente arricchito dalla cannella in polvere. Un dolce semplicissimo e veloce da fare, escluso il tempo di riposo. Pochi ingredienti per un risultato fresco, leggero, aromatico, profumato... una crema al cucchiaio da ritorno all'infanzia.

Ingredienti
  • 1 litro di latte
  • 100 gr di amido di frumento
  • 100 gr di zucchero
  • un baccello di cannella
  • 50 gr di cioccolato fondente
Trito grossolanamente, riduco in scaglie, il cioccolato fondente. In una casseruola unisco al latte lo zucchero e l'amido di frumento, sbatto con una frusta affinché non si formino grumi. Aggiungo la stecca di cannella e porto a bollore, continuando a sbattere con frusta e mescolare finché il composto non si rapprende. Verso la crema calda nelle ciotole, e spolvero con scaglie di cioccolato fondente. Se voglio arricchire ulteriormente con cannella, unisco la cannella in polvere alle scaglie di cioccolato. Lascio poi raffreddare e tengo in frigorifero per almeno tre ore. Servo freddo.


Nessun commento:

Posta un commento