venerdì 6 giugno 2014

Fiordilatte con note alla lavanda


Latte in scadenza... che farci? ma sì ecco qui l'idea golosa adatta a tutti e resa particolare dall'infusione della lavanda. Giusto per chiudere in bellezza un pranzo festivo e... per consolarci...
Non so perchè ma faccio pochi dolci al cucchiaio, devo rimediare, in fondo mi piacciono e anche molto.
Così nel giro di circa mezz'ora ecco i budini fiordilatte in forno a bagnomaria a cuocere, di primissima mattina (rilassata, calma e senza far nulla proprio non ci so stare, sembra...), per poter aver il tempo di raffreddarsi ed essere così assaporati per il pranzo di cui dicevo, ovviamente con la immancabile Sister. Normalmente questi budini si servono con il caramello che vien messo direttamente negli stampi e, poi, rovesciando il fiordilatte nel piatto cola giù. Io non ho fatto il caramello e ho preferito aggiungere dopo un filo di miele alla lavanda di provenza... una bontà, una vera golosità! Per scovare questo miele sono andata fino a una sagra di mieli, e lo cercavo a dire il vero per un'altra preparazione, ma già che c'ero l'ho provato anche qui. E devo dire altro che caramello, con questo miele il fiordilatte acquista una marcia in più, una nota particolare che gli dà carattere speciale. In più lavanda chiamava lavanda... una vera raffinatezza poetica, se me lo concedete...

Ingredienti

  • 500 ml di latte
  • 3 uova
  • 125 gr di zucchero
  • un cucchiaino di fiori di lavanda
  • miele alla lavanda
  • un pizzico di sale
Faccio bollire il latte con un cucchiaino di fiori di lavanda in infusione, lascio a fuoco minimo per pochi minuti e poi spengo e metto da parte a raffreddare, sempre lasciando i fiori di lavanda in ammollo.
In una ciotola amalgamo con cura lo zucchero con le uova e un pizzico di sale. Filtro il latte, con un colino, dai fiori di lavanda, e poco alla volta lo unisco alle uova sbattute, mescolando molto bene per amalgamare bene gli ingredienti.
Ora posso scegliere se usare uno stampo grande o stampi più piccoli, io ho scelto stampi medi diciamo. Posso fare il caramello e metterlo negli stampini, oppure fare il budino semplice senza caramello. Filtro con il colino il composto di uova e latte e lo verso negli stampi. Metto a cuocere a bagnomaria per 40-45 minuti in forno a 160° C (io sono partita da un bagnomaria freddo quindi ho lasciato i budini quasi un'ora). Aspetto che sia freddo e poi metto i fiordilatte in frigo per almeno 2 ore. Servo freddo dopo averlo rovesciato nei piatti di portata. Io non ho messo il caramello beli stampi, e così ho guarnito con un filo di miele alla lavanda. Ma i fiordilatte si lasciano mangiare anche senza guarnizioni.