lunedì 21 marzo 2016

Lamingtons



Nuova sosta per le immaginarie gite scolastiche: stavolta si va in Australia!
Trovare un piatto tipico "aussie", compito non facile, anzi è una cosa praticamente impossibile: l'Australia, infatti, è un vero “melting pot”, un grande, meraviglioso contenitore di tante culture, lingue, tradizioni diverse.
Comunque cercando cercando alla fine trovo dei dolci considerati delle vere leccornie per grandi e piccini, che hanno addirittura, dedicata una giornata nazionale, diffusi in tutta l'Australia, e hanno una storia,delle storie, leggende da poter raccontare: i lamingtons. 
Questi dolci devono il loro nome a Lord Lamington, governatore del Queensland dal 1861 al 1901. La leggenda vuole che la prima volta in cui siano stati serviti questi dolci fosse un giorno in cui il governatore portò il suo staff in una casa di villeggiatura per evitare il troppo caldo di Brisbane. Il cuoco francese Armand Gallad, preso in contropiede perché non aspettava ospiti e avvisato all’ultimo momento, decise di tagliare della torta del giorno prima in piccoli quadrati, di tuffarli nel cioccolato fuso e poi nelle scaglie di cocco che aveva a disposizione. Il dolce piacque talmente tanto agli ospiti del governatore che ne chiesero la ricetta. Siccome appunto sono leggende su origine di questi dolci, altri sostengono che siano nati sempre dal cuoco Gallad che per errore gli scivolò la torta nel cioccolato fuso…Ancora qualcuno attribuisce il nome alla moglie del governatore, ovvero Lady Lamington, ma la versione più buffa che ho letto è che l'idea dei dolcetti, legati per il nome sempre al governatore, furono ideati sulla base dalla forma del cappello che indossava sempre Lord Lamington!!!
Ma in sostanza, cosa sono questi lamington? Semplice sono dei cubetti di torta della misura di 4cm per 4cm, ricoperti di cioccolato e cocco rapè, nella versione classica, ma si trovano anche farciti di creme o marmellate.
Si conservano per qualche giorno in frigorifero.
Ogni anno il 21 luglio si festeggia il National Lamington Day in tutta l'Australia.

Ingredienti

Per la torta
  • 200 gr di farina (oppure 150 farina e 50 fecola di patate)
  • 4 uova
  • 110 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 1 ½ cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 pizzico di sale (facoltativo)
Per la glassa
  • 75 gr di burro
  • 250 ml di latte
  • 65/70 gr di cacao amaro
  • 400 gr di zucchero a velo
Copertura
  • 250 gr di cocco rapè
Farcitura (facoltativa)
  • Marmellata o crema al burro o creme…

Procedimento
Ci sono due modi per procedere per fare la torta, li riporto entrambi, anche se io ho seguito le indicazioni del secondo procedimento.
La torta va fatta uno o due giorni prima per dar il tempo di raffreddare per poi darle la forma.

Monto il burro con lo zucchero e quando il composto sarà bello spumoso aggiungo un uovo alla volta fino ad ottenere una crema fluida. A questo punto incorporo la farina e il lievito setacciati insieme. Verso il composto in una teglia rettangolare imburrata e infarinata (o ricoperta con carta forno) e faccio cuocere in forno preriscaldato statico a 180° C per circa 20 minuti (fare prova stecchino).

Oppure.
Monto le uova con lo zucchero e la vaniglia, fino a quadruplicare il loro volume iniziale, aggiungo poi la farina con il lievito setacciati, mescolando delicatamente per non smontare il composto, e infine unisco il burro fuso. Verso il composto in una teglia rettangolare imburrata e infarinata (o ricoperta con carta forno) e faccio cuocere in forno preriscaldato statico a 180° C per circa 20 minuti (fare prova stecchino).

Quando la torta si è raffreddata tagliarla in cubetti di circa 4 cm per lato e successivamente li conservo in frigorifero per alcune ore così da farli rassodare cosicché siano più facili da immergere nel cioccolato fuso.

Per preparare la glassa: setaccio lo zucchero a velo e il cacao in due ciotole diverse. In un pentolino faccio sciogliere il burro, aggiungo il latte e quindi prima il cacao e poi lo zucchero a velo mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi.

A questo punto posso scegliere se farcire i cubetti di torta, tagliandoli a metà e mettendo marmellata o creme a piacere, ma giusto un velo. Poi, prima che il cioccolato si raffreddi passo ogni cubetto di torta nel cioccolato e poi nella ciotola con la farina di cocco, quindi li appoggio sulla graticola del forno a scolare.

Prima di servirli ripassarli in frigorifero per poche ore così che la glassa si addensi.

I lamingtons possono essere mangiati sia a temperatura ambiente che freschi da frigorifero.