venerdì 24 gennaio 2014

Zuppa di cipolle

Confort food per una giornata fredda e uggiosa.
Mi sono ispirata, per questa ricetta, a quella di Ugo Tognazzi pubblicata nel suo libro Il Rigettario fatti misfatti e menu disegnati al pennarello. Il testo attualmente è introvabile, e io moltissimi anni fa, prima ancora di sapere che la mia strada sarebbe stata in cucina, grazie a una zia (bravissima cuoca, anche se eccede  con l'uso dell'aglio), l'avevo letto e mi ero copiata qualche ricetta...
La Sister non aveva assaggiato ancora e quindi ecco l'occasione giusta per condividere.
Mi sono ritrovata ad avere in casa un pane, vecchio di qualche giorno, integrale, fatto con lievito madre, senza sale e cotto nel forno a legna... che altro si può chiedere?

Ingredienti (diciamo per 4 persone, ma ci abbiamo mangiato in due)
  • 500 gr di cipolle (ho usato le bionde)
  • 50 gr di burro
  • brodo di carne
  • formaggio parmigiano
  • formaggio gruviera
  • pane raffermo
  • pepe, sale
  • brandy (facoltativo)
Taglio le cipolle a fettine sottili e le lascio appassire dolcemente nel burro. La rosolatura deve essere lenta, quindi aspetto, con pazienza, che  le cipolle siano quasi sfatte aiutandomi ogni tanto con l'aggiunta di un po' di brodo di carne.
Intanto grattugio i formaggi e taglio il pane raffermo (se voglio esagerare passo il pane a tostare in una padella con un po' di burro).
Unisco al brodo caldo le cipolle ormai appassite, e lascio insaporire a fuoco lento un bel po', diciamo 10-20 minuti, e aggiusto di sale.
Dopodiché posso usare o tante terrine da forno quanti sono gli ospiti, o una terrona grande (o pentole e pentolini di coccio, io uso quelli, e sono eccezionali), adagio il pane, metto i formaggi, ricopro con cipolle e brodo, macinata di pepe, rimetto spolverata di formaggi.
Se sono in vena di raffinatezze faccio sciogliere un po' di burro in un pentolino finché non diventa dorato, sfumo con un po' di brandy e lo metto sulla zuppa.
Metto il tutto a gratinare e servo bollente.