giovedì 5 giugno 2014

Piadine light... senza grassi, soffici e leggere


Ieri sera in casa c'era bisogno, e sottolineo bisogno, di comfort food causa giornata molto, ma molto difficile… Si sente parlare molto di questo comfort food, ma che cos’è? Cosa si può definire cibo consolatorio, cibo di conforto? Un sapore, una ricetta che ci fa stare bene, che ci coccola, che ci scalda, che ci ricorda un momento… un momento casalingo, un ricordo d'infanzia, ricorda casa… ma non solo...
Ebbene qui in casa di comfort food ne abbiamo diversi, ma stasera ci siamo concesse piadine casalinghe, condivise anche con la cara Sister, che era da un po che le voleva ma sostiene di non poterle mangiare… ma queste sì…
Per questo nuovo impasto ho pensato di usare l’acqua di governo delle mozzarelle, in fondo se ho fatto la pasta, e poi il lievito/pasta madre, anche le piadine devono venire.
Così oggi pomeriggio impasto: farina, acqua di coltura di mozzarella di bufala, e bicarbonato, niente sale e niente grassi.
Conclusione, non solo le piadine sono venute, ma sono leggerissime, soffici e buone. Qui le hanno divorate.

Ingredienti

  • 250 gr di farina per pizza e pane
  • 5 gr di bicarbonato
  • acqua coltura di mozzarella
  • per farcire salmone, prosciutto, mozzarella, squacquerone, stracchino…

Impasto la farina con il bicarbonato e l’acqua di coltura della mozzarella fino ad ottenere una pasta morbida, e lascio riposare coperta da un canovaccio in una ciotola. Divido poi la pasta in 4/8 palline di pasta (a seconda di quanto grande voglio la piadina) e lascio riposare ancora un po’ coperte da canovaccio. Nel frattempo mi preparo i ripieni e metto a scaldare una padella antiaderente. Stendo la pasta in sfoglie sottili e metto, una alla volta, nella padella a cuocere. Quando inizia a gonfiarsi la giro, faccio cuocere ancora qualche minuto e poi farcisco e servo. Attenzione che la padella sia ben calda, e poi lasciare a fuoco medio in questo modo non si brucerà e cuocerà bene.